La storia più bella scritta con la penna di Alpino

La storia più bella l’ho scritta 40 anni fa con una penna che non scrive, quella, bruna, del mio cappello da alpino che, ventenne, ho indossato con orgoglio.

Migliaia di penne, prima e dopo di me, hanno raccontato una storia più grande della mia, la Storia del Paese. Fiero di essere stato penna tra le penne, storia di una Storia condivisa scritta con inchiostro invisibile ma indelebile.
Estate 1980 e qui i ricordi del mio giuramento nella Caserma Rossi di Merano e la squadra durante il C.A.R.